materassi-detraibili

Oggi, parliamo della risoluzione numero 11 del 26/gennaio, con cui l'agenzia delle entrate, nel 2007, ha chiarito come ogni spesa effettuata per l'acquisto di un materasso sanitario può essere detratta. Come ogni spesa sostenuta per problematiche sanitarie, lo stato aiuta le famiglie a sostenere le spese tuttavia, forse non tutti sanno che questa detrazione è applicabile solo in determinate condizioni di qualità e una di queste è rappresentata dalle caratteristiche del materasso che, per essere detratto deve necessariamente entrare nell'elenco di cui al D.M. numero 332 del 27 Agosto 1999.
Questo esclude tutti i materassi che non vengono certificati all'interno della lista del decreto e chiaramente che il contribuente sia in possesso della prescrizione del medico, per la precisione:
  • Prescrizione su carta intestata del medico curante
  • Fattura intestata al contribuente cui si riferisce la spesa
Per i materassi iscritti al nomenclatore come dispositivi medici classe 1 antidecubito è possibile richiedere la detrazione del 19% (solo in presenza di determinate condizioni)
Per approfondimenti in merito vi invitiamo a visionare le agevolazioni per i servizi, e detrazione irpef per i disabili.